lunedì 11 marzo 2013

Lo sviluppo sostenibile nei paesi emergenti, secondo Hindol Roy. Intervento di Vander Tumiatti*



A proposito di “Green Marketing In Emerging Economies – An Indian Perspective: A research study based on Kolkata, one of the most multi dimensionalì, multi cultural, representative city of India” by Hindol Roy (LAP LAMBERT Academic Publishing).
Lo sviluppo sostenibile è la forma di sviluppo che mira a un consumo eco/compatibile e ad una crescita economica appropriata, cercando di proteggere e tutelare, come obiettivo principale, l’ambiente. Il campo dello sviluppo sostenibile, come riportato nel libro di Hindol Roy che prendiamo in considerazione in questa sede, può essere concettualmente suddiviso in tre parti costituenti: sostenibilità ambientale, sostenibilità economica e sostenibilità socio/politica. Consapevoli della sempre più crescente preoccupazione dei cittadini nei confronti di un ambiente di vita sano e le loro preferenze, nella vita di ogni giorno, di prodotti rispettosi dell’ambiente, i “professionisti” del marketing si stanno sempre più impegnando nella ricerca di soluzioni e strategie utili a garantire una crescita sostenibile e ad applicare il concetto stesso di sostenibilità anche alle scelte più difficoltose e delicate in ambito di “green energy”. E così, il Green marketing è ormai diventata una delle strategie di mercato per il futuro, un obiettivo assoluto da perseguire per il bene dell’umanità. Solo un decennio fa, il termine “strategia di business verde” poteva coinvolgere emotivamente solo sparute nicchie di mercato, difficili da tradurre in business e il cui coinvolgimento avrebbe avuto costi elevatissimi per le aziende. Oggi, però, lo scenario appare molto diverso. La maggior parte delle industrie ha compreso che, comunque, buona parte dei consumatori è disposta ad acquistare prodotti ad un costo magari un po’ più sostenuto, purché di alto profilo ecologico e biologico. Fortunatamente, dunque, la percezione in tali ambiti sta cambiando e finalmente il concetto stesso di “green marketing” sta assumendo sempre di più una sua forma ben definita. È solo dagli anni novanta, infatti, che i ricercatori hanno iniziato accademicamente ad analizzare i consumatori e il loro atteggiamento nei confronti del settore del business verde e della relativa commercializzazione di prodotti eco/biologici. Ma la maggior parte degli studi sulla filosofia del green marketing, sul consumo e lo sviluppo sostenibili sono realizzati in paesi sviluppati mentre permangono molte lacune nell’analisi di contesti socio economici emergenti come, ad esempio, l’India. Questa ricerca è un passo decisivo per colmare questa lacuna analitica. Il libro che ho avuto il piacere di leggere in lingua originale “Green Marketing In Emerging Economies – An Indian Perspective: A research study based on Kolkata, one of the most multi dimensionali, multi cultural, representative city of India”, è stato scritto da Hindol Roy e parla di questo e molto più. Negli intenti dell’autore vi è l’individuazione di strade inesplorate nel green marketing e nella realizzazione di prodotti eco/compatibili in un’economia in via di sviluppo, con riferimento nello specifico all’India e, ancor più specificatamente, ai consumatori reali di questi prodotti in un’area urbana come Kolkata City. Lo sforzo concettuale dell’autore, nella stesura del testo, si è concentrato principalmente nell’analisi dell’attuale gamma di prodotti “green” presenti sul mercato indiano, con accenni anche ad altri mercati di Paesi in via di sviluppo e alla fedeltà dei clienti per tali prodotti, senza trascurare però alcuni dati significativi, ai fini della ricerca, come le loro preferenze d’acquisto e l’attenzione al rapporto qualità prezzo.


Vander Tumiatti, Imprenditore e Fondatore di Sea Marconi Technologies. Intervento apparso l’8 marzo 2013 sul blog libri de La Repubblica Bari





Nessun commento:

Posta un commento